Trusted Shops badge
  • Opera e lirica
    Opera e lirica

I tre tenori a Sorrento: Museo Correale di Terranova

Sorrento, Museo Correale di Terranova — Sala degli Specchi

Pianta dei posti a sedere I posti migliori  1 h 30 min  Biglietto elettronico istantaneo Dona un Buono Regalo

Seleziona i biglietti

Totale
$ 70

Lo spettacolo

Questo spettacolo festivo a Sorrento si ispira ai popolari concerti dei "Tre Tenori" tenuti da Luciana Pavarotti, Placido Domingo e José Carreras. Il programma del concerto prevede celebri arie d'opera italiane tratte da Tosca, La Traviata e L'Elisir d'amore, oltre alle più popolari canzoni napoletane, come "O'sole mio" e "Torna a Surriento".

Programma

  • Agustín Lara – Granada
  • Giuseppe Verdi – Rigoletto – La donna è mobile from Rigoletto
  • Giacomo Puccini – Tosca – 'E lucevan le stelle', da Tosca
  • Pietro Mascagni – Cavalleria Rusticana – Cavalleria Rusticana, Intermezzo
  • Gaetano Donizetti – L'elisir d'amore – Da 'L’elisir d’amore' 'Una furtiva lagrima', aria per Tenore
  • Ruggero Leoncavallo – Pagliacci – Pagliacci: Recitar…vesti la giubba!
  • Giacomo Puccini – Turandot – 'Nessun dorma', from Turandot
  • Giuseppe Verdi – La Traviata – Libiam nei lieti calici, La Traviata
  • Renato Carosone – Medley of Napolitan Songs
  • Teodoro Cottrau – Santa Lucia
  • Eduardo Di Capua – Maria Marì
  • Eduardo Di Capua – O sole mio
  • Andrea Bocelli – Con te partiro’
  • Lucio Dalla – Caruso
  • Ernesto de Curtis – Torna a Surriento
  • Luigi Denza – Funiculì Funiculà
Il programma può essere soggetto a variazioni

Cast/Produzione

Francesco Fortes, Alessandro Fortunato e Vincenzo Tremante

Giuseppe Verdi

Giuseppe Verdi era un compositore d'opera italiana. Fin da giovane, sviluppò un'educazione musicale con l'aiuto di un mecenate e presto dominò l'opera italiana. A trent'anni, infatti, divenne uno dei più influenti compositori d'opera di tutta la scena classica. Le sue opere più famose sono Il Trovatore, Rigoletto e La Traviata. Inoltre, fu in grado di affermarsi come proprietario terriero con i proventi delle sue opere di successo e di concentrarsi sulla sua vita privata. Tuttavia, tornò presto sulla scena con la sua nuova opera popolare Aida (1871) e tre capolavori: Otello, Requiem e Falstaff.

Giacomo Puccini

Giacomo Puccini era un compositore d'opera italiana della fine del XIX secolo. Era considerato uno dei più grandi compositori dell'Opera Italiana, secondo solo a Verdi. I suoi primi lavori erano caratterizzati da tratti della tradizionale opera romantica italiana del XIX secolo. In seguito, il suo stile si sviluppò nello stile verismo realistico, che lo ispirò a scrivere i suoi capolavori più famosi e divenne uno dei maggiori esponenti di questo stile. Le sue opere più famose, La bohème (1896), Tosca (1900), Madama Butterfly (1904) e Turandot (1924), sono tutte opere popolari rappresentate nei luoghi più prestigiosi del mondo classico.

Gaetano Donizetti

Gaetano Donizetti è stato un compositore italiano dei primi anni del XIX secolo. Insieme a Gioachino Rossini e Vincenzo Bellini è stato uno dei maggiori compositori dello stile lirico belcanto. Nel corso della sua carriera, Donizetti scrisse quasi 70 opere sia comiche che serie. Il suo primo successo notevole arrivò con un'opera seria, Zoraida di Granata, che fu presentata nel 1822 a Roma. Di conseguenza, ebbe un grande impatto sulla scena lirica italiana e internazionale, spostando l'attenzione sull'opera seria (opera nobile e "seria"). Tra le sue opere più note ricordiamo però commedie come L'elisir d'amore (1832) e Don Pasquale (1843).

Ruggero Leoncavallo

Ruggero Leoncavallo passò alla storia come il creatore del capolavoro operistico "Pagliacci". Inoltre fu noto per aver rappresentato un nuovo stile artistico verista in cui i suoi seguaci si concentrarono su temi quotidiani invece che su gesta eroiche e personaggi leggendari. Nacque a Napoli nel 1857. A 8 anni Leoncavallo venne ammesso al Conservatorio di San Pietro a Majella, dove studiò per otto anni. Oltre alla passione per la musica, dimostrò grande interesse per la letteratura e successivamente studiò presso il dipartimento di filologia dell'Università di Bologna. Queste conoscenze lo aiutarono in seguito a scrivere libretti per le sue opere musicali. Nel 1879 si recò in Egitto per vivere con lo zio e lavorare come pianista e insegnante alla corte dell'egiziano Khedive Tewfil Pasha. Tuttavia, tre anni dopo fu costretto a lasciare il paese a causa dello scoppio della guerra. Si trasferì in Francia, dove lavorò come pianista e cantautore in caffè e sale da musica. Nel 1887 tornò a Milano e si concentrò sulla produzione di opere liriche nel nuovo stile verista. Cinque anni dopo raggiunse finalmente l'atteso successo per la sua opera Pagliacci. Lo stesso Leoncavallo sosteneva che la trama si basasse su un vero e proprio processo per omicidio che suo padre, un magistrato, recensì in tribunale quando era bambino. Ancora oggi è considerata la migliore opera lirica del genere del verismo ed è spesso riproposta ancora oggi.

Eduardo Di Capua

Eduardo di Capua era un compositore italiano di fine Ottocento. Suo padre era un musicista e lo avvicinò al mondo della musica. Infatti, viaggiò con il padre in molti paesi europei. Durante uno dei suoi viaggi in Ucraina nel 1898, compose insieme al poeta Giovanni Capurro la famosa melodia di "O sole mio". O sole mio sarebbe diventato un inno italiano non ufficiale e romantico. Stranamente, alle Olimpiadi di Anversa del 1920, il direttore della banda non riuscì a trovare la musica per l'attuale inno nazionale italiano e invece suonò "O Sole Mio".

Recensioni clienti

5.0 di 5

  • christian g, France

    set 2022

    surtout ne pas rater cette prestation on en redemande !!

  • Neslim G, Turkey

    ott 2018

    It was great and joyful

Mostra di più mostra meno

Indirizzo

Museo Correale di Terranova, Via Correale, 50, Sorrento, Italia — Google Maps

Gift card