Hippolyte et Aricie in versione concerto: Teatro degli Champs-Elysées

There are currently no dates available for this event.

Lo sconcertante contrasto tra la severa e classica tragedia razziniana e gli inebrianti incanti incanti dell'opera barocca rende la prima opera di Rameau assolutamente unica e affascinante. Un'opera fondamentale nella storia dell'opera.

Il 1° ottobre 1733, Rameau fece il suo debutto operistico al Conservatorio reale di musica. All'età di 50 anni, il compositore aveva già una grande carriera come musicista e teorico alle spalle. Ora era tempo per l'uomo del teatro di affermarsi e questo era esattamente quello che avrebbe fatto per i prossimi 25 anni. Tutto ad un tratto, l'opera tragica assunse nuove tonalità, colori e soggetti. 'Una rivoluzione musicale ha avuto luogo', come diceva Le Mercure dei tempi. Ma questa rivoluzione non è stata priva di scontri: Hippolyte e Aricie 'stanco 'Voltaire' a forza della sua scienza', superò il vecchio Campra perché il suo rivale schiacciato in 'abbastanza musica per dieci opere', terrorizzò Le Mercure dove, per la prima volta, la parola 'barocco' era associata ad un'opera musicale. Eppure tutti i codici in vigore dall'epoca di Lully sono chiaramente presenti: una struttura conforme a quella inventata 60 anni prima dal poeta Quinault a deus ex machina theory e figure decorative. In ogni atto, al centro della tragedia, un divertissement ballato da allegri marinai, cacciatori o pastori.

Eseguito e sottotitolato in francese

pagina 1 / 210 1 2 ... 210